Favara, (IM)Possible Site di Sandro Scalia

FAVARA, (IM)POSSIBLE SITE, Sandro Scalia, 6 Dittici – stampa fotografica laser su Dibond 45×30 cm, UNICORN – Farm Cultural Park, 2015
L’idea è quella di mappare i luoghi di Favara al fine di narrarne lo stato di fatto e suggerirne riflessioni e interventi.
ll tentativo di riscrittura del suo paesaggio urbano, per mezzo della fotografia, avviene attraverso la ricomposizione dell’immagine in più sezioni. La decodificazione visiva permette di analizzarne i frammenti, che possono essere letti e vissuti in maniera autonoma, amplificando la carica concettuale, compositiva e grafica.


FAVARA, (IM)POSSIBLE SITE, Sandro Scalia, 6 Dyptics – photo print on dibond 45×30 cm, UNICORN – Farm Cultural Park, 2015
The idea is to map the locations of Favara in order to narrate the state of affairs and suggest reflection and action.
The attempt to rewrite its urban landscape, by means of photography, occurs through the recomposition of the image in multiple sections. Visual decoding allows to analyze the fragments, which can be read and lived independently, amplifying the charge conceptual, composition and graphics.