Workshop, performance, sala prove, luogo di meditazione, dove le maioliche secolari si incontrano con i piedi degli attori. La sala è attrezzata di cabina regia e camerino per spettacoli con un pubblico massimo di cinquanta spettatori. Così come il focus sulle dinamiche relazionali trova una stanza simbolo nel coworking, la ricerca sul corpo come luogo elettivo dell’incontro, trova il suo spazio di ricerca formale nello Spazio Performance. Lo spazio Performance ospita spesso rassegne di ricerche di musica elettronica; la stanza, la più grande di Dimora OZ, riesce comunque a mantenere un clima raccolto e misterioso, le pareti sfrangiate diventano così la scenografia naturale di moltissimi progetti.


Workshop, performance, rehearsal room, meditation area, this is where the ancient sicilian tiles (maioliche siciliane) meet the performers’ feet. The room is equipped with control room and dressing room for shows with an audience of up to fifty spectators. As the focus on relational dynamics is the image of the coworking space, the research on the body as an elect place of meetings, finds its centre in the Performance space. The performance space often hosts concerts of electronic music; the room, the largest of Dimora OZ, still managed to maintain a collected and mysterious atmosphere, the frayed walls become the natural background of many projects.